Socloo Magazine

“Condivido” è il nuovo evento sui linguaggi non ostili in rete: 15 Maggio 2017 a Milano, Trieste, Matera, Cagliari e in streaming in tutta Italia.

Avrete probabilmente già sentito parlare del “Manifesto della comunicazione non ostile”. Parole O_Stili è un progetto sociale collettivo di sensibilizzazione contro la violenza nelle parole, principalmente online. Il nuovo progetto educativo/evento promosso da Parole O_Stili si chiama “Condivido” e si rivolge a genitori, docenti e studenti della scuola secondaria. L’obettivo? Promuovere l’utilizzo del linguaggio non ostile in rete.

L’evento si svolgerà il 15 Maggio (dalle 10 alle 11.45) all’Unicredit Pavilion di Milano e  a Trieste, Matera e Cagliari, nonchè in tutte le scuole d’Italia che decideranno di partecipare all’iniziativa. Sarà condotto  da Paolo Ruffini e interverranno diversi ospiti noti, tra i quali:

uno dei giocatori dell’A.C. Milan
Gianluca di Marzio – giornalista di Sky Sport
La cantante Chiara – vincitrice della sesta edizione del talent show X Factor
Diana Del Bufalo – attrice e cantante
Francesco Piccinini – direttore di Fanpage.it
Dario Gasparo – docente vincitore dell’Italian Teacher Prize
Angela Mauro – giornalista dell’Huffington Post Italia
Alì Sohana – giovane mediatore culturale del Gambia
I social media manager delle pagine Facebook Lercio e Commenti memorabili.
Parteciperà con un videomessaggio anche Lodovica Comello,attrice e conduttrice di Italia’s Got Talent.
Parteciperà inoltre anche la Ministra Valeria Fedeli.

Per partecipare serve soltanto una sala a disposizione, un proiettore e una connessione internet. L’evento potrà essere seguito in streaming dalle scuole di tutta Italia e si potrà interagire attraverso un’app o tramite i canali social di Parole O_Stili.

Se sei un docente, un responsabile scolastico o un animatore digitale puoi iscrivere la tua scuola direttamente compilando la richiesta al seguente link: http://www.paroleostili.com/condivido#partecipa

Maggiori info su: http://www.paroleostili.com/condivido

Locandina-1024x538

 

 

80 milioni per le competenze digitali nelle scuole

Fino a 25.000 euro per ogni scuola per 140 ore in più di lezioni di ‘digitale’. Il 3 Marzo è stato pubblicato dal MIUR un nuovo bando PON volto ad ottenere una scuola più aperta, inclusiva e innovativa.

L’obiettivo è  quello dell’apprendimento pratico, per far sì che gli studenti sviluppino competenze digitali, ma il bando nasce anche per fare dei passi avanti con la didattica innovativa.

Le scuole interessate potranno caricare i progetti dal 20 marzo al 5 maggio. Possono partecipare all’Avviso sia le scuole primarie che le secondarie di I grado e le secondarie di II grado.

Gli istituti beneficiari potranno attivare dei veri e propri percorsi  tramite i quali gli studenti potranno apprendere l’utilizzo consapevole della rete e dei media, ma anche, ad esempio, le basi della programmazione o al robotica educativa.

Le proposte dovranno concentrarsi soprattutto su: “educazione all’uso positivo e consapevole dei media e della Rete, anche per il contrasto all’utilizzo di linguaggi violenti e alla diffusione del cyberbullismo, alle discriminazioni; educazione alla valutazione della qualità e dell’integrità delle informazioni, alla lettura, scrittura e collaborazione in ambienti digitali; educazione all’uso dei nuovi linguaggi del digitale”.

Per maggiori info: http://hubmiur.pubblica.istruzione.it/web/ministero/cs040317

utilisateur

 

 

 

 

Il cinema diventa social: arriva lo streaming a scuola con il progetto Scuola CineMAF di Socloo e MAF Media, in collaborazione con l’Istituto Luce Cinecittà.

socloo_gufo_ciakDalla partnership tra Socloo (il primo social network per la scuola digitale italiana) e MAF Media, nasce il progetto Scuola CineMAF: un modulo di streaming legale che offre a tutti gli Istituti scolastici d’Italia la possibilità di proiettare film a scuola e di utilizzare il materiale didattico messo a disposizione online all’interno della piattaforma didattica Socloo.

Già all’inizio del ‘900 Pirandello aveva acutamente colto quale sarebbe stato il futuro della comunicazione: “I Giovani, tra qualche tempo, guarderanno più pellicole che leggere libri”. Nelle sue parole appariva già la certezza che i ragazzi del futuro avrebbero trovato nel Cinema non solo un semplice strumento di intrattenimento, ma anche una fonte di conoscenza inesauribile e al passo con la “società dell’immagine”.

Le previsioni Cisco VNI dicono che oggi il video rappresenta il 68% dell’intero traffico Internet, ma da qui al 2020 raggiungerà l’82%. Bisogna dotare le nuove generazioni di una capacità critica con cui filtrare e giudicare un contenuto multimediale.

Gli insegnanti sono indispensabili in questo compito e il Cinema, oggi, rappresenta uno strumento maturo, pronto e indispensabile per sviluppare questa importante competenza nei giovani.

Oggi le pellicole sanno insegnare, educare ed emozionare con la stessa intensità di altri medium quali la letteratura, la pittura o la musica. Per questi motivi Socloo e MAF Media hanno lanciato il progetto Scuola CineMAF, che permette attraverso lo streaming legale di organizzare le proiezioni direttamente a scuola. Il catalogo, ricco di novità dai festival del cinema, e non solo, propone oltre a pellicole occidentali anche film provenienti da altri stati, in cui la stessa libertà d’espressione diventa tragicamente causa di persecuzioni.

È tutto molto semplice, dopo aver scelto il film e aver pagato il biglietto digitale il film è subito disponibile per la trasmissione in streaming sulla LIM o sul Pc.

I titoli presenti a catalogo sono forniti da diversi distributori cinematografici italiani, tra cui l’Istituto Luce Cinecittà, che ha messo a disposizione alcuni documentari che fanno parte dell’immenso patrimonio audiovisivo che possiede.

Il progetto non si limita a fornire solo un catalogo di film, ma prosegue anche con proposte creative e percorsi rivolti all’approfondimento e alla ricerca documentaristica su fonti storiche, filosofiche e sociologiche. Fornisce inoltre all’insegnante il materiale didattico utile ad offrire spunti per il dibattito in classe per la creazione di testi scritti e questionari direttamente nell’area didattica di Socloo.

La presentazione ufficiale del nuovo modulo all’interno di Socloo avverrà in occasione del Festival della Didattica Digitale che si terrà a Lucca dal 20 al 25 febbraio, con due workshop che si terranno nella giornata del 21 (il primo alle 11:30 e il secondo alle 17:30), dal titolo “Che lo spettacolo in classe abbia inizio!”.

Maggiori info:

Sito Socloo: www.socloo.org

Contatto mail: info@socloo.org

socloo_cinemaf

 ________________________

Socloo: è il primo Social Network Didattico italiano, made in Italy al 100%, pensato e sviluppato esclusivamente per la Scuola Digitale Italiana. Disponibile per Tutte le Scuole (Primarie, Secondarie di I e II grado), totalmente gratuito, sicuro e protetto.

MAF Media: è una Media Company indipendente, attiva nella produzione e distribuzione di contenuti cinematografici e audiovisivi con particolare attenzione alle opportunità distributive del canale New Media. Distribuisce sul web attraverso le proprie Property e Partner Selezionati e nel segmento Sala, attraverso Co-Distribuzioni con società attive nel settore Theatrical.

 

 

“Usare un social network per la didattica”- Evento formativo a Torino

Siete docenti in cerca di strumenti didattici al passo con i tempi e coinvolgenti? Vorreste integrare il digitale in classe ma non sapete come fare o vi chiedete quale piattaforma utilizzare? Niente paura! Vi aspettiamo Martedì 14 Febbraio 2017, a Torino,  presso il Liceo Alfieri (in Corso Dante 80) per un corso di formazione per docenti.

La registrazione dei partecipanti inizierà alle ore 14,30 e subito dopo, alle 15, il team di Socloo sarà lieto di  introdurre il tema “Come usare un social network per la didattica“.

Dal momento del lancio di Socloo ci siamo subito resi conto che sono tanti gli insegnanti incuriositi dal mondo digitale, che vorrebbero rinnovare le metodologie didattiche, ma che temono di non essere in grado di gestire strumenti e piattaforme apposite. Noi di Socloo non ci stanchiamo mai di incoraggiare scuole e insegnanti (e di ricordare che la nostra è una piattaforma semplice, intuitiva, pensata per la scuola italiana e con un servizio di supporto ai docenti interamente in lingua italiana).

Un corso di formazione come questo ha il compito di chiarire i dubbi e incoraggiare all’uso di un social network per la didattica, ma soprattutto dei casi reali. Alle 16.30, infatti, vi sarà l’intervento del Prof. Coletto, del Liceo Alfieri, che racconterà la sua esperienza in classe di utilizzo del social network Socloo. 

A seguire domande, risposte, chiarimenti e dimostrazioni di utilizzo.

Verrà rilasciato attestato di partecipazione.

 

socloo_logo_pay_bianco

Prima Giornata nazionale contro il bullismo e il cyberbullismo a scuola

Oggi, Martedì 7 Febbraio 2017, si celebra la prima Giornata nazionale contro bullismo e cyberbullismo a scuola. L’iniziativa è stata lanciata dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca. La data non è stata scelta a caso, ma è la stessa della Giornata mondiale per la sicurezza in Rete (#SID2017), istituita dalla Commissione Europea 14 anni fa.

I nativi digitali devono essere educati alla prudenza in rete, e uno dei primi luoghi in cui formarli in questo senso non può che essere la scuola. I giovani trascorrono diverse ore online, soprattutto sui social network, luoghi virtuali in cui, purtroppo, tantissimi sono gli episodi di bullismo.

Sin dal 2004, in Europa, in questa data (ma con la speranza di continuare durante tutto l’anno) si tenta di aprire gli occhi ai giovani sul tema delle insidie del web e su tanti comportamenti pericolosi che, però, spesso vengono banalizzati da questa generazione di giovani sempre connessi.

Secondo una recente ricerca commissionata dal MIUR e realizzata dall’Università di Firenze e Skuola.net, infatti, l’8,5% dei giovani tra i 14 e i 19 anni è abitualmente vittima di cyberbullismo.

cyberbullismo-scuola

Giornata della memoria: prenota il matinée del documentario “Maestro”. Proiezioni in tutta Italia per le scuole di primo e secondo grado.

Nel nostro ultimo post vi abbiamo parlato di tante novità, di progetti ed iniziative in arrivo…e finalmente vi presentiamo con orgoglio il progetto “27 gennaio”, che abbiamo lanciato insieme a MAF Media, finalizzato alla sensibilizzazione del “Giorno della memoria”.

Di cosa si tratta?

In occasione della ricorrenza del 2017, in collaborazione con Istituto Luce Cinecittà,verranno promossi i matinée nelle sale cinematografiche di tutta Italia del documentario “Maestro” per la regia di Alexandre Velanti, prodotto da DOCLAB, INTERGEA, LES BONSCLIENTS e INTUITION FILMS & DOCS, con l’alto patrocinio dell’UNESCO, la partecipazionedi Istituto Luce Cinecittà, RaiTre e France Télévisions e il sostegno di Apulia FilmCommission, Région Ile-de-France, SACEM, Fondation pour la Mémoire de la Shoah.

manifesto_maestro_v3-1

Chi può partecipare?

L’iniziativa è rivolta alle scuole secondarie di primo e secondo grado e sarà integrata da un modulo didattico sul nostro social network didattico: Socloo.

Come funziona?

Dal 27 gennaio e per tutto il 2017 sarà possibile portare le proprie classi ai Matinée, prenotando la proiezione cinematografica in tutta Italia, attraverso il portale promotore dell’iniziativa www.27gennaio.it.

Il modulo didattico su Socloo

Insieme al documentario Maestro e ai contenuti video sulla memoria, offriamo agli insegnanti e ai loro ragazzi un modulo didattico: attraverso un breve questionario a risposta multipla, alcuni spunti per un dibattito in classe e due proposte maggiormente meditative legate alla scrittura individuale, il 27 gennaio può diventare un’occasione non semplicemente per assimilare in modo passivo la nostra memoria storica, ma soprattutto per ragionare criticamente sul senso dei nostri giorni.

Anteprima per i docenti

Sabato 21 gennaio alle ore 21:00 presso l’auditorium di Villa Scheibler, via Felice Orsini 21,  a Milano, si terrà una proiezione gratuita del documentario Maestro, riservata al corpo docenti. A seguito della proiezione, Francesco Lotoro, protagonista del documentario, eseguirà al pianoforte un brano frutto del suo lavoro di ricerca finalizzato a riportare in vita “la musica dei lager”.  La proiezione è organizzata da MAF Media e Socloo in collaborazione con Anpi Milano, sezione Carla del Rosso.

Per partecipare all’anteprima è necessario prenotare via email al seguente indirizzo: info@socloo.org

Per approfondimenti: http://www.27gennaio.it/ 

Questa è soltanto la prima delle nostre novità per il 2017, ma sul tema Cinema e didattica…non ci fermiamo qui! Continuate a seguirci e vi racconteremo presto i nostri nuovi progetti, quasi pronti a diventare realtà!

giornata-memoria

Un 2017 ancora più digitale con Socloo e le novità in arrivo

Oggi si torna a scuola dopo le vacanze natalizie, dopo un po’ di relax, di cene in famiglia e di viaggi per i più fortunati. Ci lasciamo alle spalle il 2016 e siamo pronti ad affrontare un nuovo anno: il 2017. Per noi di Socloo è un momento speciale;  ogni anno rappresenta un anno di crescita, ma quest’anno per noi si tratta di qualcosa in più.

 

Socloo è  nata dal desiderio di creare una piattaforma ad hoc per la scuola italiana, seguendone e rispettandone le sue esigenze peculiari, ma è anche un progetto che è cresciuto pian piano grazie alla fiducia che scuole, presidi, insegnanti, animatori digitali e studenti…hanno deciso di darci. Ogni contributo, ogni feedback, ogni richiesta è stata per noi preziosa, perchè Socloo è un ambiente collaborativo in tutti i sensi.

 

Negli ultimi anni il nostro team si è arricchito di nuove figure, nuovi collaboratori, tutti fortemente orientati e specializzati nel  mondo digitale. Il 2016 ci ha dato grandi soddisfazioni ed è stato un anno pieno di idee, piani d’azione, progetti…e adesso siamo pronti a presentarvi  tutte le novità in arrivo.

 

I buoni propositi del 2016 diventano finalmente realtà. Non vogliamo svelarvi troppo ma al momento ci limitiamo solo a dirvi che Socloo sta affrontando un percorso di crescita, che ci ha portato a un’evoluzione anche grafica. Niente paura, non abbiamo intenzione di cambiare la nostra natura, continuerete a trovare il gufetto che ci rappresenta sin dalle origini, ma il tempo passa anche per lui, per cui noterete alcuni cambiamenti.  Socloo sarà presto sempre più mobile grazie alle app che rilasceremo a breve. Inoltre la piattaforma non sarà dedicata solo alla didattica, ma abbiamo pensato e sviluppato delle funzionalità specifiche anche per l’alternanza scuola lavoro.

 

Le novità non finiscono qui, ma al momento non possiamo dirvi altro: continuate a seguirci e scoprirete presto cosa abbiamo in cantiere e cosa potrà rivoluzionare, semplificare o arricchire  la vostra didattica.

 

Buon 2017 dal Team di Socloo…e buon ritorno a scuola!

socloo_newyear