Socloo Magazine

Home » scuola digitale » E’ la settimana europea del Coding. Ecco di cosa si tratta e come partecipare.

E’ la settimana europea del Coding. Ecco di cosa si tratta e come partecipare.

Text Widget

This is a text widget, which allows you to add text or HTML to your sidebar. You can use them to display text, links, images, HTML, or a combination of these. Edit them in the Widget section of the Customizer.

Chi ha detto che per i giovani e giovanissimi oggi è fondamentale imparare soltanto l’inglese prima possibile? Per chi è nato alle porte del 2000 anche il coding può essere una carta vincente per il futuro lavorativo e per la propria formazione personale.

Vi state chiedendo cosa sia il coding? E’ la programmazione informatica. Si tratta di qualcosa di più semplice di quanto si possa immaginare, persino divertente, che presto potrebbe approdare nelle scuole. Non solo roba per ingegneri o informatici, ma una vera e propria materia alla portata dei più giovani. Gli studenti di tutte le età possono, infatti, imparare a programmare, come fosse un gioco, diventando creatori della tecnologia.

Le lingue straniere ci permettono di comunicare con persone in tutto il mondo, ma è anche vero che, come abbiamo già sottolineato, oggigiorno è importante anche imparare il linguaggio delle cose . Il coding è il linguaggio del XXI secolo… quello che permette di comunicare con i computer. Questo è sicuramente molto più chiaro in USA, in cui già da quasi 3 anni nelle scuole è stato lanciato, ad esempio, il programma “one hour of coding”, un programma di introduzione alla programmazione informatica, con l’obiettivo di mostrare che l’informatica non è difficile da capire e chiunque può impararne le basi.

Grazie al coding gli studenti acquisiscono competenze tecniche e cognitive, sviluppano anche la logica, la creatività e il problem solving. Ecco perchè il mondo della scuola, pian piano, inizia a interessarsi al coding anche nel nostro paese. Imparare a programmare a scuola significa aprire la mente, far proprie delle capacità che trasformano anche i piccoli fruitori della tecnologia in protagonisti e creatori attivi.  La recente nascita della figura dell’animatore digitale scolastico, potrebbe aprire nuove prospettive che si affacciano sulla programmazione e sul pensiero computazionale. Sono diverse, poi, le piattaforme che insegnano, in modo intuitivo, a utilizzare il codice di programmazione (come code.org o Coderdojo).

Sapevate che questa è la Settimana Europea del Coding? Dal 15 al 23 Ottobre, infatti, diverse scuole stanno partecipando a questo evento pensato per stimolare lo sviluppo e la diffusione del pensiero computazionale. Europe Code Week promuove l’organizzazione di eventi che offrano l’opportunità di svolgere semplici attività di coding, con o senza computer, avvalendosi delle tante risorse disponibili online e delle attività proposte dai siti di riferimento.

La code week italiana è sicuramente un buon incentivo anche per molti animatori digitali e per diverse scuole che iniziano a interessarsi al tema. Sulla mappa online troviamo migliaia di  eventi in tutta Italia per avvicinarsi al mondo del coding. Come viene sottolineato sul blog di Codeweek.it “Non ci sono requisiti. Non c’è bisogno di organizzare nulla di originale. Prendere spunto da eventi fatti da altri va benissimo. Usare risorse online va benissimo. Fare attività unplugged (senza computer) va benissimo”. […] A scuola, ogni insegnante può organizzare un evento codeweek per la propria classe”.

La code week, in definitiva, è una sorta di contenitore di eventi. Si rivolge soprattutto ai giovani e giovanissimi, ma è aperta a tutti coloro che sentono il desiderio di avvicinarsi al mondo del coding.

Come ha dichiarato Mark Zuckerberg «…tra quindici anni insegneremo a programmare, esattamente come a leggere e a scrivere… e allora ci chiederemo perché non l’abbiamo fatto prima».

….Perchè quindi aspettare ancora quindici anni? La scuola italiana sente ormai l’esigenza di svecchiare i classici modelli didattici e aprirsi alle nuove tecnologie, al digitale e anche al coding. Tanti insegnanti iniziano a integrare nuove tecnologia e modelli didattici. L’inserimento di moduli di coding nella didattica potrebbe essere il prossimo step.

Noi di Socloo ce lo auguriamo di cuore e sosteniamo la code week italiana.

Per avere maggiori informazioni sull’iniziativa, spunti e chiarimenti, vi consigliamo di visitare il sito CodeWeek.it

codeweek-title


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: